- Rivelazione –

(Dettato spirituale ad Anita Wolf nel 1950)

La RIVELAZIONE di GIOVANNI

(L’Apocalisse) 

come

“IL LIBRO DI GRAZIA”

 

libro_antico3  

 

La Rivelazione, che il Veggente di Dio, Giovanni, ha potuto vedere e scrivere durante l’esilio sull’isola di Patmos, vale a pieno diritto come il “Libro dei sette Sigilli”. E questo non solamente perché il “7 come un numero indicativo occupa uno dei più grandi fondamenti nella sua Opera celeste, ma perché malgrado lo sforzo rimase sempre difficile da comprendere. Dei cristiani seri, ricercatori della santa Scrittura, hanno continuamente usato la vanga e ad alcuni è riuscito di penetrare ad una profondità notevole. Per quanto si tratti di interpretazioni buone, queste in genere possono essere considerate soltanto come indicazioni parziali.

Qui c’è un alto monte la cui cima è avvolta da nuvole di mistero. Chi cerca di raggiungere la cima, finora non ha trovato l’ultima via. Su questa Terra giacciono ancora delle nebbie spirituali che coprivano l’Opera, perché la Rivelazione è preservata essenzialmente in parte all’ultimo tempo, quando sperimenta la decodificazione. Allora la coperta diventa sottile, finché si strappa all’improvviso (1, 7). Se sullo strappo è da porre un “Ancora-un-tempo” oppure un “troppo-tardi”, è nascosto nel Mistero.

Quello che qui può essere detto, ed è preso da uno spiraglio di nuvola, non deve necessariamente essere l’ultima indicazione, già per il fatto che l’Ultima Parola rimane Verità:

“Vedi, Io vengo come un Ladro nella notte!”

Per l’uno significa una via, che attende con pazienza e nostalgia COLUI  Che testimonia: ‘Sì, vengo tosto!” Da un pinnacolo Lo vedranno anche gli altri, la cui Luce irromperà presto nel Cosmo. Allora si manifesterà la Chiarezza della Sua maestosità UR, e non sarà più necessario cercare altro; giacerà rivelato nella più chiara Luce del Sole, e nessuno la perderà più.

----------

«Beato l’uomo che non cammina

 secondo il consiglio degli empi,

 che non si ferma nella via dei peccatori,

 né si siede sul banco degli schernitori;

 ma il cui diletto è nella legge dell’Eterno,

 e su quella legge medita giorno e notte.

Egli sarà come un albero piantato presso a rivi d’acqua,

il quale dà il suo frutto nella sua stagione,

e la cui fronda non appassisce;

e tutto quello che fa, prospererà»

[Salmo 1]

INTRODUZIONE al Libro di Grazia

 

La suddivisione delle ‘quattro parti’ + le ‘prefazioni’ + l’ultima parte ‘la fine’ è un tantino complessa,

 tuttavia così è l’originale…!

Occorre impegnarsi e scavare…scavare nella comprensione e nello studio!

 

INDICE

             Prefazioni: [Ap. cap. 1]

Parte I     - [Ap.1,1-3]              La testimonianza di Giovanni dalla fede

Parte II    - [Ap.1,4-8]              L’Incarico ricevuto dalla sua fede

Parte III   - [Ap.1,9-11]            La visione spirituale, e come Giovanni l’ha ricevuta

Parte IV  - [Ap.1,12-20]          La conoscenza personale di Giovanni

 

             1a  Parte: [Ap.cap. 2-5]  Il Regno  

Cap. 2     - [Ap. Cap. 2 - 3]     La suddivisione del Regno (Le sette comunità)  

Cap. 3     - [Ap. Cap. 2 - 3]     Il Governo; i suoi Ordinamenti, il Consiglio, la conseguenza della Legge

Cap. 4     - [Ap. Cap. 4]          Il Re ed il Suo Potere maestoso  

Cap. 5     - [Ap. Cap. 5]          Il Potere-Ur, trasferito all’Agnello Cristo  

 

               Parte: [Ap. cap. 6-12]  L’Esercizio del Diritto

Cap. 6                                      Premessa

Cap. 7     - [Ap. 7]                   I primi sei Sigilli, la loro conservazione, l’esercizio e il successo

Cap. 8     - [Ap. 8]                   Il  7° Sigillo;

Cap. 9     - [Ap. 9]                   la preparazione per i fedeli e gli infedeli – il primo tempo passato e la sua espiazione

Cap. 10   - [Ap. 10]                 Il Potere del Diritto del Libro e la sua conservazione

Cap. 11   - [Ap. 11]                 I due Testimoni: Mosè e Cristo – Il secondo tempo passato e la sua espiazione

Cap. 12   - [Ap. 12]                 La donna e il figlio, l’Amore e la fede - La retrospezione; il significato delle due ali; del deserto;

                                                del dragone; dell’acqua; dei 1260 giorni – Un tempo, due tempi e un mezzo tempo

 

               Parte / I:  [Ap. cap. 13-14]   L’ulteriore  Esercizio  del  Diritto

Cap. 13        [Ap. 13-14]         La bestia del potere mondano e spirituale     

Cap. 13,1-8                              a) La comparsa della bestia con la forza legata

Cap. 14,1-5                              b) Il puro Agnello come Polo opposto; la conservazione dei Suoi; due tempi di Giudizio

Cap. 14,6-13                            c) I tre angeli con il Potere delle Irradiazioni fondamentali, il loro successo

Cap. 14,14-20                          d) L’inizio del grande Giudizio in arrivo (1914?). Il primo effetto dello stesso

 

Cap. 15   3° parte / II  - [Ap. 15-16]  Il confronto del divino adempimento dell’Opera

Cap. 16      (premessa)

Cap. 16,1-2                              a) Il primo angelo porta la follia di potere

Cap. 16,3                                 b) Il secondo angelo uccide il mare (comunità)

Cap. 16,4-7                              c) Il terzo angelo uccide i pozzi (influenza)

Cap. 16,8-9                              d) Il quarto angelo batte il sole (autorità mondiale)

Cap. 16,10-11                          e) Il quinto angelo batte il seggio (legge mondiale)

Cap. 16,12-16                          f)  Il sesto angelo distrugge l’Eufrate (commercio mondiale)

Cap. 16,17-21                          g) Il settimo angelo distrugge l’aria (la politica)

 

Cap. 17    3° parte / III  - [Ap. 17-18]  Insurrezione delle potenze mondane e spirituali con l’aiuto dell’oscurità – Il Giudizio su di loro si accresce

Cap. 13,1-6                              a) Il quarto angelo e la grande Babilonia

Cap. 13,7-18                            b) La rappresentazione della donna e della bestia

Cap. 18,1-19                            c) Inizio del crollo annunciato

Cap. 18,20-23                          d) La fine del Giudizio viene sigillata

 

Cap. 19   3° parte / IV°  - [Ap. 19-20]   La fine di tutte le potenze mondiali; la resa dei conti dell’ultimo tempo 

Cap. 19,1,10                            a) Previsione del tempo durante e dopo la resa dei conti                      

Cap. 19,11-16                          b) Il Signore della resa dei conti

Cap. 19,17-21                          c) La dissoluzione di ogni potere mondano

Cap. 20,1-3                              d) L’oscurità viene legata

Cap. 204-6                               e) I testimoni di Dio ed il loro insediamento nella Funzione

Cap. 20,7-10                            f)  La rimanenza del pasto di lenticchie

Cap. 20,11-15                          g) Definitiva dissoluzione della Creazione materiale

 

             4a e 5° Parte – [Ap. cap. 21 e 22]   La  Magnificenza  celeste

Premessa   [Ap. cap. 21-22]   La  Magnificenza  celeste

Cap. 21,1-8    parte / I         Il nuovo Cielo = nuova conoscenza / La nuova Terra = il settimo Giorno della Creazione./ Il Trono bianco = La Magnificenza del Potere di UR

Cap. 21,9-27  parte / II        La comunità dei santi e le loro abitazioni

Cap. 22,1-5    4° parte / III       L’autenticazione della Creazione spirituale – La rappresentazione completata del settimo Giorno

Cap. 22,6-15   parte / IV     Il veggente di Dio e la sua testimonianza – L’ultima indicazione di Grazia e d’avvertimento al mondo

Cap. 22,6-10                            a) Il dialogo del principe angelico e del veggente

Cap. 22,7-15                            b) Il discorso del principe angelico

 

Epilogo  [Ap. 22,16-21]    La santa Voce - La Sua Chiamata

Cap. 22,16-18   5° parte              a) Il santo appello di UR come Gesù

Cap. 22,19-21   5° parte              b) La parola conclusiva di Giovanni

 

----------  ----------  ----------  ----------

[torna su]

[ home sito ]

Pagina precedente